mercoledì 6 giugno 2018

Ostuni. L’emittente inglese ITV realizza un lungo servizio sulla tipica tinteggiatura a calce della Città bianca.

Ostuni. L’emittente inglese ITV realizza un lungo servizio sulla tipica tinteggiatura a calce della Città bianca. Star della puntata, lo chef e conduttore televisivo Gino D’Acampo

Il bianco di Ostuni cattura l’attenzione del famoso chef di origini partenopee Gennaro (detto Gino) D’Acampo, che lo scorso lunedì 4 giugno ha realizzato nella Città bianca una puntata della prossima serie di Gino’s Italian Escape, l’apprezzato show televisivo incentrato sulla cultura italiana, non solo gastronomica, in onda dal 2013 su ITV (Indipendent Television), tra le più importanti emittenti inglesi. 

La produzione del seguitissimo programma, ha contattato una ventina di giorni fa Benedetto e Beniamino Farina, i fratelli ostunesi che meglio rappresentano la storica pratica della pittura a calce, tipica della Città bianca. Teatro delle riprese è stato Viale Oronzo Quaranta, dove si è svolta, durante le prime ore della mattinata, una dimostrazione pratica che ha permesso allo chef e showman Gino D’Acampo di apprendere i benefici della storica pratica. Nominato imbianchino onorario della Città bianca dai fratelli Farina, la mattinata è stata dedicata interamente all’antica pratica che ha permesso alla comunità ostunese di sopravvivere nei secoli a epidemie come il colera e la peste. 

Conosciuta ormai in tutto il mondo, la Città bianca sarà quindi protagonista di una delle trasmissioni televisive più seguite del Regno Unito, grazie alle sue tradizioni e all’appassionato impegno che alcuni concittadini profondono per tramandarle. Sul posto scelto da ITV per le riprese, oltre a diversi ostunesi, anche il Sindaco Gianfranco Coppola e il neo assessore allo sport e alle politiche giovanili Mariella Monopoli ed Andrea Roma in rappresentanza della Pro Loco Ostuni Marina - 

«La sensibilità dei fratelli Farina nel portare avanti la tradizione che dà il nome alla nostra città – dichiara il Sindaco Gianfranco Coppola – è certamente encomiabile. Non è un caso che un’importante emittente del Regno Unito, di cui da diversi anni accogliamo numerosi cittadini, si sia interessata alla peculiare pratica dell’imbiancatura a calce. Ogni anno l’amministrazione comunale rende obbligatoria la pratica per tutti coloro che possiedono un immobile all’interno del centro storico, vigilando sull’adempimento alle direttive e provvedendo all’imbiancatura degli edifici lasciati com’erano. A lavori ultimati, l’amministrazione notifica sanzione e costi di imbiancatura al proprietario inadempiente, in modo che la Città bianca possa, di anno in anno, continuare a definirsi tale. Sono felice che grazie all’inglese ITV la nostra bellissima città e le nostre tradizioni vengano veicolate a migliaia di persone, grazie soprattutto all’attenzione rivolta da Gino D’Acampo, diventato ormai un’icona internazionale dello show business».

«Gino D’Acampo e gli autori della sua trasmissione televisiva – spiega Beniamino Farina, settantenne ostunese che coltiva sin dall’età di 8 anni la passione per la tradizionale pittura a calce – volevano conoscere la storia del bianco e i suoi effetti sulla cultura locale, perciò con mio fratello ci siamo adoperati affinché in una manciata di ore si potessero ripercorrere secoli di antiche tradizioni. Intorno alle cinque del mattino mi sono recato al torrione scelto per le riprese e ho iniziato il lavoro che avremmo poi proseguito durante la mattinata, quando è arrivato Gino D’Acampo, un professionista distinto che ha squisitamente conservato la tipica genuinità napoletana, ho provveduto a vestirlo da imbianchino, con tanto di cappello di carta in testa. Abbiamo spiegato come si realizza il tipico “scupariedde”, raccontato come veniva prodotta anticamente la calce e mostrato le tecniche tradizionali di imbiancatura. Dopo il lavoro, abbiamo trascorso assieme alcune ore in giro per il territorio ostunese; in campagna, all’ombra di un olivo secolare, abbiamo gustato un ottimo tiramisù preparato da Gino D’Acampo per l’occasione. Quello che ci preme – conclude Beniamino Farina – è portare avanti un progetto di riqualificazione del bianco ostunese, per contrastare la scomparsa di questa importantissima tradizione locale, praticata purtroppo sempre meno dalle nuove generazioni. Confidiamo nell’iniziativa che il Comune di Ostuni sta mettendo a punto, volta a realizzare un corso di formazione per imbianchini. Mi auguro che il progetto venga realizzato, perché ritengo sia fondamentale recuperare questa tradizionale arte, permettendo alla nostra città di tornare a splendere del colore che continua a renderla famosa in tutto il mondo». 






 
Giovedi 21 giugno alle 16.00, presso Bastione S.Giacomo di Brindisi sarà inaugurata la mostra "VIAGGIO ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it