domenica 14 gennaio 2018

La magia che non passa del Marzolla di Brindisi

Era cominciato tutto così quattro anni fa, come un esperimento, un gioco. Ora, ancora con gli occhi pieni delle suggestioni dell’esperienza appena conclusa, il Marzolla può tirare felicissime somme (e non solo numeriche, considerando la conferma di circa un migliaio di presenze nel corso dell’intera manifestazione)  dell’edizione 2018 della “Notte dei licei classici”.  

Una kermesse diversa, destinata a segnare un percorso di evoluzione importante, ossia la possibilità di mixare creatività e impegno civile. E’ stato  così per il filo conduttore, il tema della violenza contro le donne, che ha qualificato moltissime tra le performances preparate dagli studenti, a partire da “Acquapura”, il cortometraggio vincitore del  premio “Palmina Martinelli” in apertura di serata, dalla scena finale (con femminicidio) di Othello  di W. Shakespeare, alla rilettura della triste storia narrata da Livio di Lucrezia stuprata da Tarquinio, alla drammatizzazione di alcune pagine  di Dacia Maraini, Serena Dandini (Ferite a morte) e Paola Cortellesi, ai brani scelti dal coro del liceo (Donne di Mia Martini e Perché di Alex Britti) e che ha portato al Marzolla non solo il patrocinio della Prefettura ma la partecipazione  del  Prefetto di Brindisi, dott. Valerio Valenti, del Vice questore dott.ssa Rosaria Cotardo, delle rappresentanti delle associazioni Io donna, dott.ssa Emanuela Coppola, e di Integra onlus, Kozeta Gjini,  che hanno dato vita ad un’ interessante tavola rotonda sul tema in cui sono emerse tutte le ambiguità nel riconoscere i segni preoccupanti della violenza , le difficoltà nel chiedere aiuto, a dispetto della disponibilità, da parte di enti ed istituzioni, di spazi di ascolto e di  strumenti di tutela per le vittime.  

Onore ha conferito alla manifestazione la presenza dei rappresentanti delle istituzioni e forze dell’ordine, il Questore di Brindisi, dott. Maurizio Masciopinto, il  Ten. Colonnello  Cristiano Tomassini, Arma Carabinieri, il Col. Tiziano Lagrua (Guardia di Finanza) e  il Cap. Alessandro Lisi (Aeronautica Militare) nonché il Dirigente tecnico Vincenzo Melilli in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia. A latere, ancora tanti amici hanno voluto condividere l’evento, il Presidente del Coni Brindisi, Oronzo Pennetta, Carmelo Grassi per Teatro Pubblico Pugliese , il prof. Francesco Capobianco,  la dott. ssa Anna Cinti della Fondazione Archeologica  Faldetta-Le Colonne- che ha fornito anche alcuni tra gli splendidi costumi indossati dagli studenti, insieme a “Meghy costumi d’epoca” di Mesagne-  attenti spettatori del main show e curiosi visitatori della mostra storico- documentaria di strumenti scientifici e della sezione video. 

Grande anche l’attenzione dei media, con la presenza di numerose testate e tv locali, cui vanno i ringraziamenti per la puntuale documentazione della serata. Sulla ribalta, sempre protagonisti , gli studenti del Marzolla con tutto il loro carico di determinato e spontaneo entusiasmo, che hanno messo su uno spettacolo di ottimo livello,  sfruttando  al meglio le doti individuali intrecciate saldamente, per la vita, si potrebbe dire, con le conoscenze acquisite in ambito didattico, per cui sono riusciti a rendere vivi ed immortali temi, personaggi, contesti che qualcuno dall’esterno poteva , se non li avesse visti “ vivere “ on stage, considerare vuoti simulacri di erudizione e che invece proprio  ragazzi pienamente e schiettamente “moderni” hanno dimostrato essere valide “guide” per comprendere questo nostro difficile presente. 

Spazio per tutte le eccellenze , vincitori di concorsi di scrittura creativa, talentuosi ballerini e  fotografi, come la nostra Enrica Sconosciuto che ha fermato in bellissimi scatti alcuni tra i momenti più suggestivi. Senza trascurare che la regia dell’evento, con tanto di diretta streaming ,è stata interamente ed esclusivamente gestita dagli studenti del Marzolla, (Samuele Avantaggiato per Giovanissimi tv, con i tecnici e assistenti Davide Ostuni ,Josè Truglio e Francesca Urgese) cosa non usuale e che presuppone passione, perizia e senso di appartenenza, vista l’abnegazione con cui si sono dedicati al loro lavoro. D’altra parte, se non avesse funzionato, ancora una volta,  la sinergia ormai consolidata di tutte le componenti del Liceo, Dirigenza, docenti, studenti, Personale amministrativo e Ata, probabilmente non si sarebbe stati in grado di realizzare una macchina operativa efficace e di grande impatto ma il “ miracolo” si è ripetuto in quanto frutto di un profondo legame anche umano diffuso all’interno dell’ambiente lavorativo . 

Moltissimi anche gli  ex marzolliani presenti, che hanno voluto ritornare , confessando anche molta nostalgia, a “casa Marzolla”. Tra di essi Giuseppe Muto, di recente insignito dal Presidente Mattarella del titolo di Alfiere del Lavoro (insieme ad altri 25 eccellenze italiane), cui dalla Dirigente, prof.ssa Carmen Taurino, è stata consegnata una targa commemorativa. La serata è stata anche una occasione di orientamento, per i tanti ragazzi delle scuole secondarie di primo grado che hanno avuto modo di scoprire il Classico da un punto di vista “interno”, oltre che di avere illustrazioni sulla già ampia offerta formativa del liceo, arricchitasi ,da poco, della sperimentazione di una classe con percorso  quadriennale. Insomma, tanto fermento positivo, un flusso in e out che ha permesso alla scuola di diventare patrimonio di tutta la città, di un territorio e questo, di certo, non solo per una Notte.  

(Daniela Franco- Liceo Marzolla)
 
 
  Le foto sono evento di Maurizio de Virgillis e della  studentessa Enrica Sconosciuto
 
Ostuni. Svelato il contenuto della pergamena del 1579, rinvenuta durante i lavori di catalogazione e restauro dei 241 ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004