mercoledì 18 ottobre 2017

Questione ZES, quanta ipocrisia

Questione ZES, leggo di tanti comunicati/proclami intrisi di sdegno e di rabbia. Certo, ad una prima lettura la vicenda (questa unita ad altre) per Brindisi è alquanto triste, ma proviamo a dare un'altra chiave di lettura e cioè che forse non è bocciata la città di Brindisi in quanto tale ma bensì un determinato ceto affaristico/politico abituato da decenni a fare in città il bello e il cattivo tempo con il risultato (disastroso per la città, ma non per loro) che è sotto gli occhi di tutti noi.
 
Prendiamone atto: noi non siamo stati capaci di liberarci da soli di quel nefasto ceto affaristico/politico, altri lo stanno facendo per noi e non è detto quindi che quanto sta accadendo sia un male (vedi commissariamento ed altro). Forse finalmente comprenderemo che è ora di dire basta a chi negli anni ci ha rappresentato portandoci a tale situazione e ancora ha la sfacciataggine di presentarsi come "il nuovo che avanza".

Chi vede la città dall’esterno ne ha compreso le potenzialità, ma ha anche compreso che è necessario isolare quella cricca che,  per interessi propri o per ignoranza o per incapacità, ne ha fortemente limitato lo sviluppo, è tempo che lo comprendiamo anche noi. 

Che oggi a stracciarsi le vesti, ad indignarsi, a protestare, siano magari coloro che in questi anni, rivestendo posizioni di vertice, hanno contribuito al disastro della città, è francamente risibile, a me è questo ciò che più di tutto mi fa indignare e mi fa rabbia.
Antonio Carito 
  Proprio in queste ultime settimane, più donne si sono fatte avanti per accusare l'ormai famigerato ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004