giovedì 21 settembre 2017

OSTUNI - UNA GRAN BELLA SERATA CON MOGOL

Il compito di animare il territorio con lo spettacolo "Emozioni ad Ostuni" è toccato ad un artista che non ha certamente bisogno di presentazioni: Giulio Rapetti, in arte Mogol. Un nome ben depositato nella memoria degli italiani, nella generazione dei padri così come nell’immaginario dei più giovani. Un nome tanto denso di significato che lo stesso Rapetti ha voluto fortemente entrasse a far parte della sua identità. Intervistato ieri sera al cinema Teatro Roma da Giornalisti locali, Mogol si alza in piedi ed estrae dal taccuino la sua carta d’identità: “Controlla per vedere se sono un bugiardo”, chiede al giornalista, per poi raccontare la storia del suo pseudonimo, nato da una lista di oltre cento nomi inviati alla Siae, fra i quali l’organo avrebbe dovuto scegliere quello più giusto da attribuire all’artista.

Un episodio, questo, che racchiude al suo interno la cifra artistica del personaggio ospite di Ostuni. Un uomo il cui destino è stato spesso segnato dal caso, ma dal quale ha saputo ogni volta trarre preziosi insegnamenti su cui costruire la propria persona. “Il mio mestiere è vivere la vita” : i testi di Mogol infatti si costruiscono sull’osservazione della vita vissuta. Mogol racconta di come la sua sola abilità sia stata osservare. Osservare la propria vita e quella degli altri, ricercarvi dei significati, trarne un’idea da trasformare in testo.

Un compito che gli è sempre riuscito piuttosto facile. “Ognuno di noi ha un talento latente”, sostiene, “che deve soltanto essere coltivato”. Occorre molto tempo e molta insistenza, ma “anche una goccia può penetrare il marmo, negli anni”. Da qui l’elogio degli insegnanti, che hanno il merito di velocizzare questo processo, e la critica verso i talent, che Mogol trova inutili, poiché un talento non si deve scovare, si deve coltivare con tanta pazienza: quello che fanno oggi gli insegnanti, una categoria spesso bistrattata dall'opinione pubblica, ma che svolge un compito straordinario. Mogol si è sentito a suo agio di fronte al pubblico ostunese con cui si congratula e ringrazia per l’accoglienza con cui è stato accolto. 

In occasione dello spettacolo presentato da Mogol, la nostra Pro Loco Ostuni Marina ed Espressioni d'arte (Rappresentata da Silvana Santi, antonio Bangrazi e Lucrezia Pacifico) sono state chiamate a prestare assistenza allo spettacolo. Un ringraziamento particolare va ai dirigenti Giusy Errico ed Andrea Roma della Pro Loco per il coordinamento del servizio Hostess prestato Dal Pantanelli- Monnet di Ostuni. 

È stato un onore averLa avuto con Noi Maestro MOGOL .

GRAZIE

IL PRESIDENTE DELLA PRO LOCO OSTUNI MARINA 
prof. Domenico Greco 
 
Servizio fotografico di Silvana Santi 


 
Il  Museo Diocesano di Ostuni,  in  occasione  delle  giornate  nazionali  dei  ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004