sabato 9 settembre 2017

Ostuni- Recuperata un autovettura e un ciclomotore rubati - 2 arresti e 1 denuncia

Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte del personale del Commissariato di P.S. di Ostuni.
In costante sinergia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Maurizio MASCIOPINTO, finalizzate alla prevenzione e repressione dei reati in generale ed, in special modo, di quelli che ledono ed offendono il patrimonio, nei giorni scorsi, i poliziotti della Squadra Volante e dell’Ufficio Denunce del Commissariato ostunese, all’esito delle evidenze probatorie acquisite in seguito ad attività investigative condotte dallo stesso ufficio, traevano in arresto 2 soggetti del posto per i reati di Resistenza a Pubblico Ufficiale, Ricettazione e furto, in concorso con un terzo individuo, S.F., classe ’73, anche lui di Ostuni e denunciato per la ricettazione dell’autovettura rubata nonché per furto aggravato.

I due mezzi, assieme all’altra refurtiva trafugata da una villa sita in località Villanova di Ostuni, dopo le formalità di rito venivano restituiti ai legittimi proprietari, molto soddisfatti dalla circostanza favorevole.
Gli arrestati, identificatiin MASTRORILLI Sabino, classe 1991 e SOLETI Angelo, classe 1994, come disposto dal PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dottor Milto Stefano DE NOZZA, venivano associati presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

Più nel dettaglio, i fatti: nel corso della notte del 08 settembre del c.a., la volante in consueta attività di controllo del territorio, in questo Piazzale Domenico Colucci, notava un autovettura Fiat 500 vecchio modello di colore rosso la cui targa veniva interrogata al sistema risultando provento di furto. Dalla ridetta macchina usciva un soggetto, subito riconosciuto dai componenti dell’equipaggio della Volante per un pregiudicato del posto, S.F., classe 1973; in quel frangente uno dei poliziotti, sceso dall’auto di servizio, con paletta, intimava l’alt alla FIAT 500. 

Repentinamente però, essa ripartiva a folle velocità dando vita ad un acceso e pericoloso inseguimento per le vie del Comune di Ostuni che si protraeva, ininterrottamente, per  20 lunghi ed intensi minuti, durante i quali i fuggitivi oltre a tagliare letteralmente la strada all’equipaggio della Polizia di Stato, effettuavano manovre d’impiego degli incroci contromano, non si fermavano agli stop, mettendo così a serio ed effettivo repentaglio l’incolumità pubblica nonché degli stessi Agenti intervenuti, oltre che loro stessa. Solo dopo la lunga fuga, in una viuzza della zona storica della Città Bianca, la FIAT 500, più compatta e maneggevole all’interno delle strade strette della centro storico ostunese ma, comunque, sempre tallonata dalla Volante, urtava contro lo spigolo di un marciapiede, scoppiando la gomma anteriore sinistra. Ciononostante proseguivano nella fuga sino a quando i due occupanti, vistisi ormai braccati, contemporaneamente aprivano gli sportelli, dirigendosi in sensi di via differenti.  Uno dei due veniva però prontamente bloccato e tratto in arresto a seguito di un ulteriore inseguimento appiedato. 

Trattavasi di MASTRORILLI Sabino; l’altro il SOLETI, veniva rintracciato presso l’abitazione della madre, artatamente rannicchiato al di sotto della rete metallica del letto ove aveva cercato di occultare la sua persona, facendo credere agli operanti che non fosse presente in casa. La perquisizione presso la casa nella disponibilità dei 2 arrestati consentiva altresì di rintracciare un ciclomotore Piaggio Vespa rubato di recente in Ostuni nonché un contenitore di monete di una macchinetta cambia-soldi, del tipo di quelli in uso presso le stazioni di servizio e effetti personali quali dischi, racchette da tennis professionali, una motosega a benzina, una grossa ascia, una macchinetta digitale, una calcolatrice elettronica ed altro. Condotti in ufficio, i due venivano tratti in arresto nella flagranza dei reati prima indicati e come disposto dal PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dottor Milto Stefano DE NOZZA, associati presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

L’autovettura provento di furto, con nel nottolino di avviamento del motore inserito uno spadino, dopo le formalità di rito, così come per la Vespa Piaggio, veniva restituita al legittimo proprietario. Lo stesso dicasi per la restante refurtiva. Inoltre e sempre in concorso di volontà e di azione, si procedeva a deferire in stato di libertà per il reato di ricettazione anche il soggetto sceso dalla macchina rubata prima che partisse il furioso inseguimento di cui sopra, vale a dire il S.F., classe 1973.

L’attività investigativa ha permesso oltremodo di dimostrare la responsabilità penale dei 3 anche per il furto di una macchinetta cambia soldi effettuato presso una stazione di servizio sita all’uscita di Ostuni lungo la provinciale 28 Ostuni-Francavilla avvenuto la notte del 07 settembre scorso. Per questo, tutti e tre in concorso, sono stati anche denunciati per il reato di furto aggravato. Il MASTRORILLI ed il SOLETI sono stati ulteriormente deferiti all’Autorità giudiziaria per il furto commesso presso la villetta estiva sita in Villanova di Ostuni.

I servizi di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato all’interno della giurisdizione di pertinenza, proseguiranno nei prossimi giorni nell’ottica del perseguimento della sicurezza generale in una cornice di collaborazione da parte della cittadina che si auspica possa essere sempre più consistente e tangibile.
Ostuni, 09.09.2017
 
 
  Proprio in queste ultime settimane, più donne si sono fatte avanti per accusare l'ormai famigerato ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004