mercoledì 9 agosto 2017

Ostuni. Intervento antidroga nei pressi di discoteche, un arresto

Ostuni: MDMA e marijuana, arrestato dalla Polizia di Stato - Sottoposti a sequestro penale 11 birillini di MDMA termosaldati all’estremità con nastro isolante e 2 cipollotti di marijuana-

Personale del Commissariato di P.S. di Ostuni, nel corso di una attività di controllo del territorio in Ostuni, Contrada Pilone, in stretta sinergia con le direttive rese dal Questore di Brindisi, Dottor Maurizio MASCIOPINTO, traeva in arresto nella flagranza di reato di detenzione di droga ai fini di spaccio, 1 soggetto di Ostuni.

L’arrestato identificato in D.D’I., classe 1998, incensurato, su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, dopo le formalità di rito, veniva rimesso in libertà in attesa di giudizio. L’intervento antidroga è stato portato a termine a pochi metri dall’ingresso di 3 note discoteche che animano la movida estiva lungo i tratti di costa di competenza del Commissariato. 

Eseguite complessivamente diverse perquisizioni per droga e nel corso di esse è stato inoltre segnalato alla Prefettura di Brindisi un barese trovato in possesso all’interno del parcheggio di una discoteca, di un ulteriore dose di MDMA, già collocata sul display di un telefono cellullare pronta per essere assunta.

Più nel dettaglio, i particolari dell’intervento:

a seguito di una segnalazione di sospetti andirivieni all’interno del perimetro di alcune note discoteche lungo la costa, ivi comprese le aree adibite ad annessi parcheggi, gli investigatori del Commissariato ostunese, decidevano di effettuare nella tarda serata di domenica e per tutto il corso della notte, uno specifico servizio di monitoraggio e di osservazione volto a riscontrare l’eventuale presenza di illecita attività di spaccio, effettuando le ridette verifiche anche lungo le strade che conducono ai menzionati locali. 
Pertanto, si sottoponeva a controllo un utilitaria con a bordo 3 soggetti, poco prima che la stessa accedesse ai parcheggi.

Il forte stato di insofferenza degli stessi ed in particolare dell’autista determinava una più approfondita verifica mediante le perquisizioni di rito.  Esse davano esito positivo dal momento che all’interno della biancheria intima del conducente venivano dapprima rinvenuti 2 involucri di marijuana del peso di circa 7 grammi e, inoltre, durante le fasi operative, sfruttando un istante propizio, si notava uno strano e sospetto movimento di una delle due braccia dell’arrestato, proprio attraverso il quale lo stesso si disfaceva di un qualcosa, lanciandolo sulle sterpaglie circostanti il manto stradale ove era avvenuto il controllo. 

Il gesto non sfuggiva comunque ai poliziotti che, certi che il soggetto si fosse disfatto di un involucro di droga, si ponevano alla ricerca, rinvenendolo, seppur dopo non poche difficoltà.  Una volta recuperato, all’interno si rinvenivano 11 birillini contenenti MDMA termosaldati all’estremità da nastro isolante di colore giallo, cosiddetta droga sintetica di laboratorio dai potentissimi e devstatinti effetti una volta assunta. 

All’esito dei controlli, si raggiungevano gli uffici ove di tutta l’attività veniva data dettagliata notizia al PM di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Dottor Giuseppe DE NOZZA. Lo stesso condivideva appieno le evidenze probatorie circa la destinazione dello stupefacente allo spaccio, dato l’inequivocabile confezionamento ma, stante l’incensuratezza del ragazzo, disponeva che all’arresto in flagranza di reato seguisse la reimmissione in libertà in attesa del giudizio penale che consegue all’attività portata a termine da parte della Polizia di Stato.

L’elevato consumo di droghe tra i giovani è un fenomeno su cui si concentrano le attenzioni della Polizia di Stato e, più in generale, dei suoi organi periferici, impegnati in mirate azioni di contrasto sia del grande traffico di stupefacenti che del piccolo spaccio, come avvenuto nell’operazione descritta.

Tali attività, di fatti, rientrano tra le principali priorità del Ministero dell’Interno e sono oggetto di continue sensibilizzazioni da parte del Capo della Polizia alle proprie articolazioni territoriali onde implementare specifici servizi che mirino a prevenire il contatto dei giovani con gli insidiosi “veleni” che hanno ormai da tempo invaso il territorio.

Nella descritta cornice si inserisce il sequestro di droghe pesanti e pericolose operato dalla Polizia di Stato quotidianamente in prima linea nel contrastare i negativi e deleteri effetti dell’immissione sul mercato delle sostanze stupefacenti, i cui processi di “taglio” e finale confezionamento delle singole dosi per lo spaccio, possono contenere preoccupanti insidie per l’incolumità personale a svantaggio della sicurezza pubblica.

Ostuni, 09.08.2017 
 
 
 
 
 
 
Il  Museo Diocesano di Ostuni,  in  occasione  delle  giornate  nazionali  dei  ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004