domenica 16 luglio 2017

I lavoratori delle Societa’ Partecipate di Brindisi e Lecce insieme mercoledì prossimo a Roma per il diritto al lavoro.

I lavoratori delle Societa’ Partecipate di Brindisi e Lecce insieme mercoledì prossimo a Roma per il diritto al lavoro.  Il consigliere regionale   M5S  Gianluca  Bozzetti:  “Si trovino immediate soluzioni per questi lavoratori e non si dimentichi neanche dell’ ultimo lavoratore della  Brindisi Pubblici  Servizi Provinciali mai ricollocato”.


Ormai c’è molta mobilitazione, spirito di iniziativa, nei lavoratori delle  Societa’ Partecipate e delle Provincie, e il discorso non riguarda solo il territorio brindisino e la Provincia.  E’ in ballo il futuro, loro e delle famiglie, messo a repentaglio da diverso tempo dalla legge Del Rio e i  tagli decisi dal governo  nazionale.

Ad esempio, i lavoratori della  Partecipata in house della Provincia di Brindisi Santa Teresa e di Alba Service di Lecce insieme mercoledì prossimo a Roma per il diritto al lavoro, in una manifestazione di civile protesta tanto attesa che vedra’ anche la partecipazione di parlamentari e consiglieri regionali.

Ma, la questione delle Partecipate, per certi versi, si sospetta anche volutamente da certi versanti, rimane un “terreno inesplorato”, nel quale  lavoratori (tra ammortizzatori sociali, fallimenti e messe in liquidazione)  sono abbandonati a se stessi, in attesa di una dignita’ e un ricollocamento nel mercato del lavoro che non arrivano mai.

Appunto, per ridare dignita’ a questi lavoratori,  e’ necessaria la massima sinergia tra i livelli istituzionali e le organizzazioni sindacali, insieme naturalmente a coloro che sono le vittime principali di decisioni scellerate, rimettendoci anche in gravi problemi di salute. E’ quello che sta avvenendo in queste ore a Brindisi, in  sostanza  preparando  una “macchina organizzativa”  efficace per  l’ incontro previsto il prossimo 19 luglio con parlamentari del territorio e il Ministro degli Affari Generali Costa.

Venerdi’ scorso, presso la sala giunta della Provincia, un incontro promosso dal sindacato Cobas.  Erano presenti alcuni lavoratori, il  Presidente Maurizio Bruno, il Consigliere Delegato alla Santa Teresa e alle Partecipate Giovanni Barletta, i parlamentari  brindisini Salvatore Tomaselli e Vittorio Zizza, i consiglieri regionali Mauro Vizzino e Gianluca  Bozzetti, Bobo Aprile e Cosimo Quaranta per i Cobas.

In sostanza  un  “fronte comune” per sostenere i lavoratori della Santa Teresa e quelli della Provincia, in una fase molto delicata del territorio brindisino, sotto il profilo occupazionale. Dell’ emendamento presentato dal Governo nazionale sul Decreto sul Mezzogiorno (che sara’ presentato in Senato proprio il prossimo 19 luglio e prevede uno stanziamento di 100 milioni di euro, da suddividere tra Provincie e Citta’ Metropolitane) ne parliamo a parte, in una nota stampa del senatore Salvatore Tomaselli (relatore parlamentare, a riguardo).

Traspare determinazione e ottimismo, sentimenti da trasmettere a lavoratori e famiglie stanchi di rassicurazioni poco convincenti,  “riunioni fiume”, uno stato di  “eterna precarieta’”  non piu’ sopportabile.   “Andiamo a Roma con richieste ben precise e l’ intenzione di far valere i nostri diritti – ha affermato Giovanni Barletta - consigliere delegato alla questione Santa Teresa e le Partecipate.  Ho gia’ contattato personalmente il Ministro agli Affari Generali Costa, che ha confermato il proprio interessamento ad una vicenda che coinvolge tutti, dalla Provincia, i propri dipendenti, e soprattutto i lavoratori della Santa Teresa ancora alle prese con la Cassa Integrazione in deroga. Bisogna fare fronte comune, per questo abbiamo chiesto la partecipazione alla manifestazione del 19 luglio di tutti i parlamentari e consiglieri regionali del  territorio. E mi auguro che ci sia anche una condivisione di intenti completa tra tutte le organizzazioni sindacali, unendosi quindi all’ iniziativa promossa dal sindacato Cobas.  Il nuovo amministratore della Santa Teresa  Marchionna   si e’ messo subito al lavoro , con progetti concreti  per il rilancio della Partecipata,  ma ora piu’ che mai si ha bisogno del valido sostegno istituzionale, a tutti i livelli”.

Ma, come detto, non  solo Santa Teresa. La vicenda (o  sarebbe meglio dire, storia) delle Partecipate brindisine, soprattutto quelle in house della Provincia, e’ complessa, legata anche a  situazioni particolari, responsabilita’ politiche e dirigenziali ben precise, la  “cultura” ( ribadisco, senza polemiche di natura personale  e assumendomi le responsabilita’)  del fare e disfare, a discapito di alcuni lavoratori.  Chi vi scrive,  e’  vittima  di una brutta vicenda, tra  scuse in ritardo, sottovalutazioni, interessi politici e personali.  Saro’ vicino ai  lavoratori della Partecipata  e della Provincia, idealmente o fisicamente.

Fa bene a ricordarlo  il Consigliere  Regionale del  M5S  Gianluca Bozzetti, quotidianamente vicino al dramma occupazionale dei lavoratori della societa’ in  House. “E’ arrivato il momento che la Regione e il Governo diano risposte definitive a questi lavoratori, anche attraverso questa manifestazione che deve richiamare responsabilita’ e coscienze.  E non bisogna dimenticarsi, a proposito di  Societa’  Partecipate, di lavoratori gia’ a casa da molto tempo, che hanno pagato dazio e danni enormi sotto il profilo morale ed economico, insieme alle famiglie. Esempio  emblematico  l’ultimo lavoratore rimasto della Partecipata della Provincia in liquidazione  Brindisi  Pubblici Servizi  Provinciali, a casa (a cui anche un Giudice del  Lavoro ha riconosciuto un danno economico), al quale bisogna dare delle risposte “.

 Articolo di Ferdinando  Cocciolo.   
 
 
L’Estate ostunese aggiunge un appuntamento artistico al calendario di eventi.  La rassegna d’arte dal ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004