giovedì 29 giugno 2017

Parco archeologico di Egnazia, Savelletri. Presentato il progetto SAC Drawing Egnazia

 DRAWING EGNAZIA
LO SPETTACOLO DELL’ARCHEOLOGIA
CAPONE: “INSIEME PER VALORIZZARE E RILANCIARE UN PATRIMONIO 
IN TUTTA LA SUA BELLEZZA” 
Parco archeologico di Egnazia, Savelletri, dal 7 luglio al 6 agosto


5 week end e 15 serate per un viaggio tridimensionale nel passato del Parco Archelogico di Egnazia, a Savelletri, in provincia di Fasano. Dal tramonto alle 23.00 per cinque fine settimana, dal 7 luglio al 6 agosto, sarà possibile vivere, all’interno del Parco archeologico, un’esperienza particolarmente emozionante attraverso dibattiti, concerti dal vivo, laboratori esperienzali, rievocazioni storiche con visioni notturne in 3D. 

Il progetto di valorizzazione del territorio, ideato dal S.A.C. (sistema ambientale culturale) – La Via Traiana, si chiama Drawing Egnazia “Lo spettacolo dell’Archeologia”, è finanziato da Regione Puglia, realizzato dal CETMA (Centro di ricerche europeo di Tecnologie, Design e Materiali) in collaborazione con il MIBACT – Polo museale della Puglia e Museo nazionale e Parco Archeologico di Egnazia “Giuseppe Andreassi”, con la collaborazione di Time Zones.  

“Egnazia rappresenta un grande patrimonio culturale, archeologico e storico – ha detto questa mattina in conferenza stampa l’assessore all’Industria Turistico e Culturale della Regione Puglia, Loredana Capone - un patrimonio che forse,  fino ad ora, ha vissuto un po’ di rendita rispetto alle strutture ricettive che circondano l’area. Oggi in qualche modo si riappropria della sua identità, del suo valore e del rapporto che ha con la comunità e con i turisti e quindi si ripropone, anche e soprattutto secondo le nuove tecnologie, con tecniche di visite esperienzali e con workshop, seminari e attività culturali che tendono a coinvolgere il turista. Ma ovviamente questo è un grande investimento anche per i cittadini”. 

Per la Capone “il Sac ha rappresentato un vero e proprio banco di prova per mettere insieme più sindaci, più amministrazioni, più enti pubblici e più soggetti privati”. “Tutti insieme – ha continuato la Capone – concorrono, in questo caso, per rilanciare l’area archeologica ma soprattutto per rilanciare una storia di comunità che si presenta agli altri in tutta la sua bellezza. È una grande soddisfazione. È un modello per gli altri. E’ sempre una sfida riuscire ad utilizzare soldi pubblici e privati, risorse quindi integrate, per migliorare e valorizzare il territorio. Non è facile, ma quando ci si riesce, come in questo caso, è davvero una grande e bella soddisfazione.

 “Mi auguro – ha concluso il direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e valorizzazione del territorio,  Aldo Patruno -  che questo sia soltanto l‘inizio di un percorso legato alla fase estiva, vorrei che Drawing Egnazia fosse un modello al quale coloro che in questo momento si stanno candidando ai bandi che il Dipartimento ha messo in campo in questa fase, si potessero ispirare per complessità e articolazione che la stessa Europa ci richiede. Dobbiamo abituarci a crescere. Ecco perché vorrei che il progetto diventasse un modello. Ricordo che i bandi in corso hanno una una dotazione di 18 milioni e mezzo di euro e una scadenza al 24 luglio. Le proposte che conterranno questa impostazione e complessità troveranno certamente accoglienza”. (s.n.)
 
 IL PROGRAMMA

venerdì 7 luglio 
h. 19.30 presentazione ed apertura Intervengono F. Vona, direttore Polo Museale della Puglia, A. Ciancio, direttrice Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia, G. Coppola, sindaco di Ostuni, F. Zaccaria, sindaco di Fasano
h. 20.30 Raffaella Cassano “Il racconto dell’archeologia”
h. 21.30 concerto di Arturo Stalteri Piano solo

sabato 8 luglio  
h. 19.30 per la rassegna Ad Theatrum 
I.I.S.S. “G. Ferraris - F. Brunelleschi” di Empoli, Essere la città, libero adattamento da Molière a cura di Maria Simona Perutti                                                                            
Liceo Classico Linguistico e Scienze Umane “F. De Sanctis” di Trani, Medea vs Medea di Euripide a cura di Michele D’Errico
Liceo Statale "Cagnazzi" di Altamura, Le Coefore di Eschilo A cura del Laboratorio teatrale del liceo

domenica 9 luglio  
h. 17.00 Vivarch laboratorio esperienziale
h. 20.30 per la rassegna Ad Theatrum      
Il mare di Antigone a cura di Alessandro Fiorella, Liceo Classico “A. Calamo” di Ostuni – Officina del Sole


venerdì 14 luglio 
h. 21.00 Carlo Freccero giornalista, “W il dissenso”    

sabato 15 luglio 
h. 21.30 concerto Vox Sambou (Haiti/Canada) 

domenica 16 luglio 
h. 17.00 Vivarch laboratorio esperienziale 
h. 20.30 L. La Rocca e F. Longobardi dialogano con E. Tresoldi su “Arte & Archeologia. La Basilica di Siponto”
venerdì 21 luglio    
h. 21.00 Teodoro Scarano archeologo “Le mura di Roca, come cambia la Storia”
                       
sabato 22 luglio  
h.17.00 Rievocazione storica
h. 21.00 concerto Chicos de Nazca (Cile) 

domenica 23 luglio   
h. 17.00 Vivarch laboratorio esperienziale 

venerdì 28 luglio       
h. 21.00 Hidrophonie installazione video acustica area Terme, a cura di Marco Malasomma e Jime Ghirlandi
h. 21.30 concerto Tuxedomoon (Usa) 

sabato 29 luglio 
h. 17.00 Vivarch laboratorio esperienziale  
h. 20.30 “Music never stop changin” Steven Brown (Tuxedo) Enzo Gentile 
h. 21.00 Hidrophonie installazione video acustica area Terme, a cura di Marco Malasomma e Jime Ghirlandi

domenica 30 luglio 
h. 20.30 Gianni Mina’ giornalista, “La vita è l’arte dell’incontro”
h. 22.00 Belem duo (Belgio)


venerdì 4 agosto  
h. 20.30 Pierpaolo Martino “La filosofia di David Bowie. Wilde e Kemp la Musica come teatro”

sabato 5 agosto 
h. 21.30 concerto Jugalbandi (India) 

domenica 6 agosto 
h. 17.00 Vivarch Laboratorio esperienziale


IL SITO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA

Inserito in un felice contesto naturalistico-ambientale, è uno dei più interessanti della Puglia. Citata da autori come Plinio, Strabone, Orazio, la città ebbe grande importanza nel mondo antico per la sua posizione geografica; grazie alla presenza del porto e della Via Traiana, infatti, fu attivo centro di traffici e commerci. La storia dell'antica Gnathia si è snodata nell'arco di molti secoli.

Il primo insediamento, costituito da un villaggio di capanne, sorse nel XV secolo a.C. (età del bronzo). Nell'XI secolo a.C. (Età del Ferro) si registra l'invasione di popolazioni provenienti dall'area balcanica, gli Iàpigi, mentre con l'VIII secolo a.C. inizia la fase messapica che per Egnazia, come per tutto il Salento, cesserà con l'occupazione romana avvenuta a partire dal III secolo a.C. La città entrerà, quindi, a far parte prima della repubblica e poi dell'impero romano e decadrà insieme ad esso con un’importante ripresa in età tardo-antica e medievale.

Della fase messapica di Egnazia restano le poderose mura di difesa e le necropoli che presentano monumentali tombe a camera decorate con raffinati affreschi. Della città, scavata solo in parte, si conservano le vestigia risalenti alla fase romana. Notevoli i resti della Via Traiana, della Basilica Civile con l'aula delle Tre Grazie, del Sacello delle divinità orientali, dell'anfiteatro, del foro. Ottimamente conservato il criptoportico. Sono presenti anche due basiliche paleocristiane, originariamente con pavimento a mosaico.
 

 
Venerdì 22 settembre alle ore 19.00 appuntamento presso il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano per una ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004