venerdì 16 giugno 2017

Deciso: «Noi Centro continuerà a esistere anche dopo le dimissioni di Ferrarese»

In seguito all'addio alla politica di Massimo Ferrarese, così come già annunciato diversi giorni fa, si è riunito ieri sera il coordinamento di Noi Centro della provincia di Brindisi per discutere quale strada e quale direzione intraprendere dopo le dimissioni del presidente. La decisione presa è quella di proseguire lungo la strada indicata dal 2009 proprio da Ferrarese, all'epoca eletto alla guida della Provincia di Brindisi. Qui di seguito le righe con le quali Noi Centro ufficializza questa scelta:«Dall'incontro, durato diverse ore, è emerso che Noi Centro resta e continuerà a lavorare sul territorio nel solco tracciato in questi anni dal presidente. L’impegno per il territorio è al primo posto, così come concretamente è stato dimostrato in questi anni. La determinazione di non scendere a compromessi, la coerenza programmatica nel rifiutare poltrone e posti di potere ha fatto del nostro movimento una realtà credibile e determinante. Per citare il più recente, lampante è stato il caso Brindisi. Nel corso delle prossime settimane vi sarà un incontro con amministratori e consiglieri del movimento finalizzato a discutere preliminarmente le decisioni organizzative del nostro gruppo».
 
 
 
 
 
      
 
Il  Museo Diocesano di Ostuni,  in  occasione  delle  giornate  nazionali  dei  ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004