mercoledì 17 maggio 2017

Paolo Taurino chiede l'immediata rettifica dell'articolo della Gazzetta del mezzogiorno dal titolo: Bufala Taurino Noi con Salvini.

Pubblichiamo la lettera del  legale incaricato dal dott. Paolo Taurino, Coordinatore provinciale del movimento Noi con Salvini Brindisi con la quale il professionista chiede l'immediata rettifica del titolo ["Immigrato molesta minore ma è bufala di Noi con Salvini"]  dell'articolo pubblicato sulla Gazzetta del Mezzogiorno del 17 maggio 2017  

Di seguito la lettera in formato integrale

Formulo la presente in nome e per conto del Dott. Paolo Taurino, coordinatore provinciale del Movimento Noi con Salvini di Brindisi, al fine di chiedere l'immediata rettifica dell'articolo pubblicato oggi sul Vs. quotidiano nella pagina I de La Gazzetta di Brindisi, con il titolo “ Immigrato molesta minore” Ma è una bufala di “ Noi con Salvini “, con seguito a pagina VI , il cui contenuto appare diffamatorio e calunnioso, sia per il Dott. Taurino che per il Movimento dallo stesso rappresentato.

Tale notizia, infatti, afferma che sia stata “ una bufala totale la notizia lanciata dal Movimento Noi con Salvini di Brindisi coordinato da Paolo Taurino “, discreditando in tal modo il mio Assistito.

In vero il Dott. Taurino, in data 16 maggio scorso alle ore 15.22 , scriveva un post su Facebook del seguente contenuto : “ Tentata violenza. Ancora una volta a Brindisi un extracomunitario cerca di violentare una donna a rione Cappuccini. Immediato l'intervento della polizia che ha provveduto ad arrestarlo. Ci auguriamo che il giudice non lo liberi in serata . Non se ne può più “.

Lo stesso post veniva diramato alle testate giornalistiche.

Il fatto lamentato, ritenuto falso dal giornalista identificato con l'acronimo A.P., è tutt'altro che una bufala, come invece affermato, ed è realmente accaduto, trovando conferma nello stesso articolo pubblicato.

L'articolo infatti afferma “ pare che la giovane stesse rincasando quando all'altezza dell'ufficio postale ha notato uno straniero alle spalle. Non è noto quali fossero le intenzioni o se abbia tentato o meno una qualche forma di approccio, la ragazza si sarebbe spaventata attirando l'attenzione di diverse persone “ .
Appare quindi di tutta evidenza che il mio Assistito non ha divulgato alcuna notizia falsa con lo scopo di avere visibilità sulla stampa, ma ha diffuso la notizia, come pervenutagli nell'immediato ( ore 15.22 ) , riferita ad un fatto realmente accaduto e che al momento lasciava presagire al peggio.

Risponde al vero infatti che la ragazzina si sia spaventata perchè seguita da un extracomunitario ed abbia chiesto aiuto, che vi sia stato l'intervento di cittadini a suo soccorso, che successivamente siano intervenute le forze dell'ordine che hanno provveduto al fermo dell'extracomunitario , che la minorenne sia stata ritrovata in stato di shock e, per tale motivo, sia stata condotta in Ospedale per accertamenti.

Si chiede quindi quale sia la bufala ( cioè la notizia clamorosamente infondata e falsa ) e se l'articolo scritto da A.P. non sia stato invece artatamente predisposto al solo scopo di discreditare il Dott. Taurino ed il Movimento dallo stesso rappresentato, avendo il Vs. giornale definito “ bufala “ un fatto realmente accaduto il cui epilogo non è dato conoscere, anche a causa della reazione della minorenne.

Il Dott. Taurino, da sempre particolarmente attendo al problema della sicurezza, dell'ordine pubblico e della legalità, non ha fatto altro che riferire le notizie acquisite, anche attraverso le dirette testimonianze dei presenti all'accaduto , che affermavano essere stata la minorenne oggetto di una tentata violenza da parte dell'extracomunitario.

E in tutto questo nulla rileva il colore della pelle e la nazionalità del soggetto interessato, perchè la notizia sarebbe stata diffusa con la medesima intensità anche se l'autore della presunta violenza fosse stato un italiano .

Si resta in attesa di leggere i riscontri ufficiali degli inquirenti sulle modalità del fatto, per avere definitiva chiarezza sulle diverse fasi dell'episodio .

Si chiede quindi di leggere la rettifica così come richiesta, con le stesse modalità con cui è stato pubblicato l'articolo di data odierna, riservando in ogni caso, in mancanza, di adìre le vie legali al fine di tutelare gli interessi del mio Assistito.

Dott. Paolo Taurino                                                                                                     avv. Lelio Lolli






 
 

 

 
Carlo Alberto Augieri, Laura Facecchia e Annarita Miglietta, dell’Università del Salento, dialogheranno ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004