sabato 29 aprile 2017

Il Comitato Difesa Lavoratori Centrali Enel denuncia: centrale Federico II tra incertezze e confusione

Da qualche settimana i cancelli della Centrale Federico II sono presidiati da alcune ditte appaltatrici che con blocchi e proteste impediscono a noi dipendenti Enel l’ingresso in Azienda.  Ciò non è di buon auspicio per nessuno. 

Noi siamo, senza dubbio,  dalla parte di chi si trova in una condizione di estrema difficoltà e di paura: la perdita del posto di lavoro è qualcosa che dovrebbe far rabbrividire chiunque al solo pensarci… La loro lotta non solo è legittima e condivisibile,  ma è anche espressione di un diritto inviolabile sancito dalla Costituzione.

Tuttavia, neppure quello che succede all’interno della centrale Enel, a fari spenti, è da sottovalutare. I piani alti della nostra Direzione e i lavoratori non sono stati mai così distanti come adesso. Il non poter accedere liberamente al proprio posto di lavoro è un problema che meriterebbe di essere affrontato con serietà, competenza e con volontà risolutive. Al contrario è stato fino ad oggi gestito “alla carlona” e il Sindacato, collante tra le due compagini, ossia tra i lavoratori, bisognosi di tutela, e la Direzione dell’Azienda, sfugge al proprio dovere o al massimo fa timide comparse.   

Lamentiamo anche una certa latitanza degli Organi Istituzionali preposti a garantire i posti di lavoro dei dipendenti delle ditte appaltatrici ma anche a creare le condizioni affinchè i dipendenti Enel possano svolgere serenamente il proprio lavoro.

Auspichiamo che la situazione si chiarisca prontamente e in ogni suo aspetto, che siano definite le competenze di ciascuno all’interno dell’Azienda e che si giunga ad una risoluzione globale quanto più possibile soddisfacente per tutti.

Leonardo Lomartire,  Presidente Comitato  Difesa Lavoratori Centrali Enel
 
 
Sabato 20 maggio alle ore 18, presso la Palazzina del Belvedere – Collezione Archeologica Faldetta, si ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004