giovedì 13 aprile 2017

La scomparsa del Dirigente della Regione Puglia e Consigliere di Michele Emiliano su criminalita’ e mafie Stefano Fumarulo, 38 anni. Una grave perdita per tutti.

Morire  a soli 38 anni, troppo presto, quando si tratta  di interrompere, tra l’ altro, un percorso di vita e impegno virtuoso, per le istituzioni e le comunita’. Ci ha lasciato, per un aneurisma all’ aorta, Stefano Fumarulo, dirigente della Regione  Puglia, alla guida del Dipartimento antimafia sociale e migrazione e Consigliere del Presidente Michele Emiliano.  E’ stato trovato morto a Bari, nel garage della sua abitazione  in Via Pavoncelli.

Una perdita improvvisa che ha suscitato enorme cordoglio e sgomento, negli ambiti istituzionali, nelle forze politiche, nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, in chi gli ha voluto bene. Scontata l’ enorme e significativa presenza di folla ai suoi funerali che si sono svolti  poche ore fa  in cattedrale. La commissione congresso nazionale del Partito Democratico, riunitasi per discutere sulle primarie e la vicenda delle firme a sostegno di Michele Emiliano, ha dovuto sospendere i lavori, tra cordoglio e commozione. Una persona per bene, stimato e conosciuto anche nel territorio brindisino, protagonista principale  tra l’altro delle iniziative per mettere fine all’esistenza del Gran ghetto di Rignano Garganico.

Uomo  di fiducia di  Michele Emiliano sin dai tempi dell’esperienza Sindaco di Bari. Dal   2007, nominato ufficialmente suo consigliere e subito dopo alla guida dell’Agenzia per la lotta alla criminalita’. Nell’ ottobre 2015, eletto Governatore, Emiliano  lo volle nuovamente al suo fianco nominandolo dirigente regionale. Ha seguito direttamente le politiche per le migrazioni e l’ antimafia sociale. Sempre in prima linea, nella lotta al caporalato e nella difesa dei bisognosi e piu’ deboli.

Era stato anche ascoltato, negli ultimi giorni, da Rosy Bindi, Presidente della Commissione Parlamentare anti mafia. Lui, sempre concreto e disponibile, che ci ha lasciato troppo presto  e lasciato un ricordo anche a chi vi scrive.
Ciao  Stefano, condoglianze  alla famiglia da parte della redazione di brindisisera.it.

Articolo di   Ferdinando  Cocciolo 
Venerdì 22 settembre alle ore 19.00 appuntamento presso il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano per una ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004