venerdì 24 marzo 2017

Vicenda Discarica di Autigno, duro intervento del Comitato Salute Ambiente e Territorio contro l’Assessore Regionale all’ Ambiente Santorsola.

Vicenda Discarica di Autigno, duro intervento del Comitato Salute Ambiente e Territorio   contro l’Assessore Regionale all’ Ambiente Santorsola.

Spesso, si dimentica, quando si parla di discariche, impianti comunali e progetti di bonifiche o riaperture, che c’è gia’ una porzione del territorio brindisino devastata (da molto tempo) sotto il profilo ambientale, da scelte  scellerate (portate avanti e condivise dalle amministrazioni locali che si sono susseguite in tutti questi anni), inadempienze, incompetenze, quel senso dell’affarismo sui rifiuti che del resto e’ poi caduto nella rete della magistratura.

Stiamo  parlando delle zone Autigno e Formica, tra Brindisi e San Vito dei Normanni, si’ dove hanno operato le discariche gestite dalla Nubile e Formica Ambiente, tra inchieste, denunce, indagini, procedimenti giudiziari, falde inquinate, e, soprattutto, le forti proteste di comitati, movimenti, associazioni e cittadini.

E Brindisi, il territorio brindisino, sembrano ormai destinati a emergenze rifiuti che non trovano soluzioni definitive. Emergenze riguardanti la raccolta rifiuti (ormai un dato di fatto il passaggio di consegne tra Ecologica Pugliese e Ecologia Falzarano) e la mancanza   di impianti e discariche comunali.

Problematiche affrontate nel recente incontro tenutosi a Brindisi in Prefettura, a cui hanno partecipato la Sindaca Angela Carluccio, l’ assessore regionale all’Ambiente Santorsola, il Procuratore Di Napoli.  E a proposito delle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa da parte di Santorsola, c’è da registrare una dura nota stampa di risposta del Comitato  Salute Ambiente e Territorio, presieduto da Maurizio Tamborino.  

Il Comitato che da anni, attraverso sit in e varie iniziative, denuncia apertamente il grave danno ambientale e in termini di salute arrecato ad una zona  che, evidentemente (come scritto spesso dal sottoscritto), e’ sempre stata trattata  e considerata  “di serie B”.

E’ scritto nel Comunicato Stampa:  “Alla luce delle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa dall’Assessore Regionale all’Ambiente Domenico Santorsola in ordine all’ iter intrapreso per la messa in sicurezza di emergenza della Discarica di Autigno, per la quale il Comune di Brindisi e’ in procinto di  bandire una gara per l’affidamento delle attivita’, il Comitato  Salute Ambiente e Territorio, presieduto da Maurizio Tamborino, rappresenta forti preoccupazioni e perplessita’ in merito,stante le vicende giudiziarie pendenti  sulla medesima discarica in relazione ai profili di inquinamento delle falde dell’area sottostante alla stessa. Il nostro Comitato, infatti, e’ costituito  parte civile con gli avvocati Francesco  Monopoli e Giuseppe Durano del Foro di Brindisi, nel giudizio penale pendente dinanzi al Tribunale di Brindisi Giudice Dott. Testi, a carico dell’ultima societa’ affidataria della gestione della Discarica di Autigno Nubile  S.r.l e  dei quadri dirigenziali di quest’ultima, proprio per i profili relativi alle violazioni delle prescrizioni in materia di autorizzazione integrata ambientale (AIA).  

Appaiono pertanto sconcertanti le dichiarazioni rilasciate  dall’ Assessore Regionale  all’ Ambiente Domenico Santorsola in ordine  alla possibile riapertura di una discarica, quale  quella di Autigno, sulla quale pendono delicati procedimenti penali tendenti a verificare eventuali responsabilita’ in ordine  ai profili di inquinamento della stessa. Il Comitato  Salute Ambiente e Territorio auspica pertanto che la decisione di riapertura della discarica possa essere oggetto di un’oculata  rivalutazione posta in essere dalla classe politica regionale, e  che sia preordinata alla tutela della salute dei cittadini residenti nell’area circostante alla discarica di Autigno”.

Articolo di Ferdinando  Cocciolo.   
Carlo Alberto Augieri, Laura Facecchia e Annarita Miglietta, dell’Università del Salento, dialogheranno ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004