giovedì 16 marzo 2017

A2A - Riconversione vecchia centrale Edipower. Luperti: faremo le barricate

Riconversione vecchia centrale  Edipower e Parco Energetico, dure dichiarazioni del Consigliere Comunale del gruppo Coerenti per Brindisi Lino Luperti:  “Faremo le barricate, prima di far approvare questo progetto “.

Del progetto di Parco Energetico e  quindi riconversione della vecchia centrale Edipower (tra l’altro  c’è gia’ l’ok della Regione Puglia), della posizione della Sindaca di Brindisi Angela Carluccio, se ne  parla attraverso una nota stampa emanata  poche ore fa dall’ amministrazione comunale. Questo, in attesa di una conferenza dei capi gruppo gia’ annunciata dal primo cittadino e i dettagli di un progetto che tuttavia sta gia’ suscitando polemiche e dubbi da parte delle opposizioni.

A tal proposito, registriamo le dichiarazioni del capo gruppo consiliare dei Coerenti per  Brindisi Lino Luperti, di cui alleghiamo video intervista, insieme a quella alla sindaca  Angela Carluccio.  “Piu’ che  presentazione del progetto, abbiamo praticamente assistito ad un accordo gia’ fatto tra il Comune di Brindisi, A2A e Regione Puglia, senza che ne sapessero nulla i cittadini e il Consiglio Comunale - esordisce l’ex esponente del Partito Democratico. 70 mila tonnellate di stoccaggio di rifiuti fatte uscire improvvisamente fuori dall’autorevole amministrazione Carluccio, con il placet e consenso del Commissario  regionale sui rifiuti Grandagliano.  E il sito del progetto? Nella vecchia centrale Edipower, dunque in una zona che andrebbe immediatamente bonificata e restituita alla citta’.

E fanno emergere molti dubbi e perplessita’ le dichiarazioni della sindaca e dei dirigenti A2A  che  parlano di bonifiche graduali. Noi invece chiediamo, ammesso che si porti avanti questo progetto, una bonifica urgente. Stiamo parlando  tra l’altro di un’area  situata nel cuore della citta’, che dovrebbe essere destinata alla retroportualita’. Vorrei altresì ricordare che l’amministrazione comunale e’ gia’ proprietaria di due impianti di trattamento rifiuti, di cui uno per la frazione umida. E l’ amministrazione Carluccio che fa? Vuole affidare la gestione di una nuova, possibile centrale, alla societa’ privata A2A, senza ricorrere a bandi pubblici, e peraltro per  una gestione e problematica di cui dovrebbe occuparsi direttamente il Comune. Chiederemo  l’immediata convocazione di un Consiglio Comunale, perche’ di queste cose  se ne deve discutere principalmente di fronte  ai  cittadini. Andremo sino in fondo e faremo le barricate”.

Articolo di Ferdinando Cocciolo.  
 
 
 
 
 
 
  Proprio in queste ultime settimane, più donne si sono fatte avanti per accusare l'ormai famigerato ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. Per prenderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
BRINDISISERA.IT è un quotidiano telematico edito da Sevent SRL, sede in Corso Umberto I, Brindisi - P.IVA 01929320743 - Reg. Trib. Brindisi N° 12/04 del Reg. Stampa il 18/10/2004