martedì 8 novembre 2016

Al «Cinema Teatro Impero» l’autunno d’autore in una rassegna

Novembre e dicembre al «Cinema Teatro Impero» di Brindisi conviene. Cinque titoli che insieme fanno una rassegna da non perdere, con ingresso a 5 euro, per cinque week-end all’insegna del cinema d’autore. Spettacolo unico alle ore 19 e un viaggio nella società contemporanea attraverso i temi che più investono il nostro tempo. 

Si comincia il 12 e 13 novembre con «Io, Daniel Blake», l’ultimo lavoro realizzato dal regista Ken Loach e vincitore della «Palma d’oro al miglior film» all’ultimo «Festival di Cannes». Sempre attento al sociale e alle ingiustizie quotidiane, Loach denuncia le storture del sistema burocratico inglese in una pellicola dallo «sguardo profondamente umano che provoca commozione senza utilizzare alcun artificio». 

Il week-end successivo, 19 e 20 novembre, nella storica sala brindisina sarà proiettato «Lettere da Berlino», di Vincent Perez con Emma Thompson e Brendan Gleeson. Un potente e commovente dramma-thriller basato su una storia vera e ambientato nella Berlino della seconda Guerra Mondiale. Il lavoro è tratto da un libro di Hans Fallada, «Ognuno muore solo», definito da Primo Levi come «il più grande libro mai scritto sulla resistenza tedesca al nazismo».

La rassegna continua il 26 e 27 novembre con «La verità sta in cielo». La programmazione riapre una pagina dolorosa della nostra storia, la vicenda di Emanuela Orlandi, la ragazza scomparsa 33 anni fa e mai più ritrovata. Il regista Roberto Faenza ha voluto ripensare e immaginare la storia della ragazza con la partecipazione del fratello di Emanuela, Pietro Orlandi, che interpreta se stesso. Uno tra i casi irrisolti italiani, anni e anni di indagini, oscure ipotesi, una disperazione familiare che ha coinvolto il Paese tra presunti coinvolgimenti dei poteri forti.

«Indivisibili» è il titolo del film in rassegna il 3 e 4 dicembre. L’ultimo mese dell’anno comincia così, con un lavoro diretto da Edoardo De Angelis e premiato a Venezia. Il film mette al centro il tema scottante e respingente dell’unione tra due gemelle siamesi. Uno spaccato della Campania che sopravvive alla propria povertà e che, tra espedienti e ambiguità, trasfigura le due ragazze in un fenomeno da baraccone. Il regista ha preso spunto dalla vita di due gemelle inglesi che hanno lo stesso nome delle due protagoniste del film.

Ultimo appuntamento è con «La vita possibile», in programma il 10 e l’11 dicembre. Una storia di grandi solitudini diretta da Ivano De Matteo, con Margherita Buy e Valeria Golino. La vicenda è quella di Anna e di suo figlio Valerio, costretti a fuggire da Roma per allontanarsi da un padre violento. Dramma su una tematica sociale purtroppo molto attuale, il film merita per la capacità di affrontare con delicatezza e rigore una storia difficile.
 
Era lì da duemilatrecento anni, a vegliare sui doni che gli antichi messapi dedicavano agli dei, il cane ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it